Soriano nel Cimino

-Il gioiello dei cimini

Soriano nel Cimino
"Paese di castagna"

La Tuscia è un luogo magico, ma ancora di più lo è un borgo in particolare. Noto per il suo aspetto surreale, magico e caratteristico, Civita di Bagnoregio si trova su una vetta alta di tufo, e lo si può raggiungere attraversando un ponte stretto (a piedi) Civita di Bagnoregio è detta anche la città che muore, in quanto ergendosi su una roccia di tufo, è soggetta ad erosione. Si può dire con un velo di soddisfazione, che rappresenta il borgo più bello che abbiamo in Italia, orgoglio quindi di Viterbo e di tutta la Tuscia.

Uno dei borghi più belli della Tuscia e del Lazio, Soriano nel Cimino è una perla incastonata sui Monti Cimini. 

Basta uno sguardo al Castello Orsini che si erge in tutta la sua maestosità sulla sommità della Rocca per capire quanto fascino emana questo antico borgo.

Una storia millenaria che affonda le radici nell’antichità tra famiglie prestigiose quali gli Orsini, i Chigi e gli Albani che ne decretarono un’importanza storica e culturale ancor oggi fortemente riconosciuta.

Soriano
Storia millenaria

La Sagra delle Castagne

Una festa che si celebra ogni anno per tre settimane a cavallo tra l’ultima di settembre e le prime di ottobre.

Rievocazioni storiche, giochi popolari ed il Palio dove le 4 contrade di Soriano si sfidano per la conquista dell’ambito drappo.

Il tutto in una miscela affascinante di sapori, odori, enogastronomia e un tuffo intenso nell’epoca medievale.

Ambiente naturalistico di grandissimo impatto e bellezza folgirante.

Faggi meravigliosi che si stagliano in boschi sterminati che sembrano appartenere ad altri tempi ed altre epoche.

Il 7 luglio 2017 il World Heritage Committee, riunito a Cracovia,[20] ha riconosciuto la faggeta vetusta del Monte Cimino come sito UNESCO Patrimonio Mondiale Naturale dell’Umanità inserendola nella UNESCO’s World Heritage List (ID. 1133ter-047).

La Faggetta, Patrimonio dell'Unesco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.